• Opere / Autori
  • La Galleria
  • Contatti
  • News
  • La Storia del Premio
  • Didattica / Laboratorio
  • Orari d'apertura
  • News

    IL PREMIO SUZZARA ARRIVA ALLA SOLE


    Martedì 8 ottobre, è stata inaugurata presso l’azienda SOLE Suzzara, l’opera di Carla della Beffa "Fuoco aria acqua terra" (Mondi nascosti), prodotta dall’azienda stessa per il 50° Premio Suzzara in corso. Prosegue così la sperimentazione del nuovo corso dello storico Premio Suzzara, che sta sviluppando una struttura laboratoriale, che vede coinvolti gli artisti e le aziende del territorio nella produzione comune di opere d’arte. Erano presenti all'evento: il Direttore dell'azienda SOLE Suzzara l'Ingegnere Aldo Beccari, la responsabile delle Risorse Umane la dott.ssa Egizia Lupatelli, l’artista Carla Della Beffa, il vice sindaco Tazio Tirelli e il conservatore del Museo Galleria del Premio Suzzara Marco Panizza. L'opera era già stata presentata al pubblico presso il Museo Galleria del Premio Suzzara il 16 giugno 2019 durante la "Giornata delle porte aperte", e vi è rimasta esposta fino a sabato 5 ottobre.


    Fuoco, Aria, Acqua, Terra 

    di Carla Della Beffa

    La Sole Suzzara è un’azienda che produce componenti in plastica per veicoli e Carla Della Beffa ha utilizzato i fondamenti della medicina antica, riconducendoli agli elementi della realtà quotidiana della fabbrica per riportare l’azienda e i suoi lavoratori, dalle materie prime alle persone, fino a qualcosa di più grande: i quattro elementi appunto. Lo scorso novembre Carla Della Beffa ha realizzato una performance in azienda dove, in uno spazio predisposto, ha ricevuto i 180 dipendenti di Sole. L’artista ha presentato più selezioni di foto, e i lavoratori hanno fatto una scelta in funzione delle emozioni evocate: ognuno di loro dunque ha partecipato alla creazione dell’opera, proprio come avviene nel loro lavoro quotidiano, e l’artista ha suggellato questo momento della scelta, firmando, dedicando e consegnando la foto selezionata a ognuno di loro. L’opera finale è una serie fotografica realizzata dall’artista e selezionata dai dipendenti della Sole Suzzara.


    PREMIO SUZZARA OGGI

    Il 2018 ha segnato una tappa importante per il Premio Suzzara, uno tra i più longevi premi d’arte in Italia; una lunga storia fatta di 49 edizioni e una collezione di oltre ottocento opere che dal 2002 sono ospitate dal Museo Galleria del Premio Suzzara. Il Comune di Suzzara attraverso il Museo ha deciso di celebrare questo importante traguardo ripensando il Premio dalle sue fondamenta, proponendo una formula innovativa che non dimentica il suo passato glorioso. Per la prima volta il Museo Galleria del Premio Suzzara invade le aziende per consolidare il rapporto tra il mondo dell’arte e quello dell’industria, coinvolgendo gli artisti e promuovendo la progettualità di cui l’arte contemporanea è capace. Le aziende e gli artisti stanno quindi trasformando il Premio Suzzara in un organismo fluido, basato su una pratica collaborativa e virtuosa, secondo il binomio ormai collaudato “lavoro e lavoratori nell’arte”. Nel ruolo di mediatore tra artisti e eccellenze industriali della città la Galleria del Premio promuove questo progetto come potente veicolo di innovazione e integrazione tra la cultura d’impresa e la poetica artistica contemporanea

    LA NUOVA FORMULA

    La formula è molto semplice, ma senza precedenti: il Museo ha chiamato una serie di artisti a partecipare a questa sperimentazione, chiedendo loro di riflettere su una serie di parole chiave. Gli artisti si sono immersi in un work in progress rendendo disponibili alle aziende i propri progetti e lavorando a nuove proposte che si formalizzeranno  nel corso del tempo. Un rapporto quindi di collaborazione totalmente alla pari tra aziende, artisti e il Museo Galleria del Premio Suzzara, che da contenitore si fa contenuto e invade, nel vero senso della parola, le aziende e il territorio, promuovendo l’arte pubblica e site specific come strumento di valorizzazione territoriale.